• Mibe Design

Quanti tipi di design esistono?

Hai mai sentito l’esigenza di decorare il tuo giardino senza trovare la giusta ispirazione?

Quante volte hai sentito un amico lamentarsi del sito web della sua attività e di come non

rispecchiasse il cuore della sua azienda? Oppure, ti è mai capitato di voler dare un tocco

di eleganza e personalità ad un salotto troppo monotono, senza sapere da dove partire?

Queste sono tutte considerazioni che hanno una caratteristica in comune: un progetto alla

base e la creatività nel realizzarlo. Tutte cose che accomunano il lavoro del designer,

chiaro...ma quanti tipi di design esistono?


LE BASI DEL DESIGN

Per rispondere a questa domanda, dovremmo prima capire cosa si intende per design: è

un termine inglese relativamente giovane, entrato nel vocabolario italiano nei primi

decenni del Novecento e significa disegno, ma anche progetto. E qua entra in gioco il

mondo delle industrie e delle aziende: inizialmente il design era un processo che partiva

da un’idea (il concept design) e portava, fase dopo fase, alla creazione di un prodotto,

un qualcosa che si potesse poi rivendere. Il risultato di quello che era un vero e propri

studio per realizzare un oggetto di qualità prende oggi il nome di industrial design.

Funzionale, industriale e originale: le tre regole d’oro che ogni oggetto di design, dalla

tazzina da caffè ai componenti di un salotto intero, deve seguire. E il designer chi è? La

mente dietro a tutto questo, ovviamente.



I TIPI DI DESIGN

Detto ciò, è ora di far luce sui diversi tipi esistenti di design. Con il tempo le esigenze delle

persone si sono fatte sempre più complesse e uno studio di design ha il compito di capire

queste esigenze e trovare soluzioni interessanti e competitive per i suoi clienti.

I tipi fondamentali di progettazione sono tre:

  • Design innovativo: la creazione di un prodotto a partire da 0, completamente

nuovo.

  • Design di adattamento: quando si revisiona o modifica un prodotto già esistente,

fino a stravolgerlo completamente.

  • Design variante: la creazione di una combinazione diversa di un prodotto

esistente.

Il design dunque non è semplicemente arte pura e semplice, che trova bellezza nella sua

libertà: necessita di varie fasi, dalla nascita dell’idea, allo studio di fattibilità, che porterà

alla progettazione e infine al test. Si tratta di una strategia ben precisa dove

l'improvvisazione non può essere inclusa.


LE PRINCIPALI TIPOLOGIE DI DESIGN

Come si è detto, le persone oggi chiedono molto, vogliono molto, sognano molto...e noi di

MiBe abbiamo il compito di sognare con loro.

Ma prima, vediamo in quanti modi si può declinare il grande campo del design.

Ecco alcuni esempi di come e dove operano i designer:

  • Graphic design: tutto ciò che riguarda la grafica.

  • Car design: le automobili, i loro modelli.

  • Fashion design: l’abbigliamento nella sua variante più coinvolgente e originale.

  • Forniture design: i complementi d’arredo e i mobili per casa e ufficio.

  • Exhibition design: l’allestimento di tutti i tipi di ambienti e spazi.


  • Color design: tutto ciò che ha a che fare con il colore e il suo modo di rapportarsi

con il mondo.

  • Web design: adattare un sito web alle esigenze del cliente e del suo pubblico.

  • Interior design: la progettazione di uno spazio interno di qualsiasi tipo.

Ora che sapete tutto quello che potete chiedere a un designer, vediamo cosa può fare il

team di MiBe per voi.

Tra le proposte elencate nella sezione Servizi del nostro sito, abbiamo molte opzioni per

venire incontro alle esigenze dei nostri clienti: dall’industrial al graphic design, passando

per l’ambito fashion, fino ad arrivare al web design, alla brand identity, social media

strategy e Google marketing.


Volete saperne di più? Contattateci!


18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti